Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

  • : Tutto quello che vorresti sapere su....
  • Tutto quello che vorresti sapere su....
  • : Tutto quello che vorresti sapere sui viaggi, gli hotel, i luoghi d'Italia da scoprire, ma anche sull'arredamento, il giardino, l'e-commerce, i libri, le banche, i finanziamenti...
  • Contatti

Cerca Nel Blog

Lasciando la tua e-mail sarai avvisato della pubblicazione di nuovi articoli

7 novembre 2011 1 07 /11 /novembre /2011 07:48

Quali sono i finanziamenti agevolati per chi ha un’impresa o ne vuole avviare una? In un periodo di incertezza dei mercati e di crisi economica com’è il nostro, sono sempre di più coloro che fanno richiesta di finanziamenti. Ed il web anche in questo caso ci viene in aiuto.

Se siete alla ricerca di finanziamenti per avviare una nuova attività di impresa, oppure per rilanciare con nuovi investimenti la vostra azienda in difficoltà, cominciate a dare un’occhiata al sito del Ministero dello Sviluppo Economico, dove sono riportate le indicazioni su come fare per ottenerli.
Nell’apposita sezione “per l’impresa” troverete i fondi e i finanziamenti per le imprese all’estero e al sostegno finanziario per l'export italiano. Le imprese in crisi invece potranno fare domanda per accedere al fondo a loro dedicato, che va sotto il nome di “Fondo per il salvataggio e la ristrutturazione delle imprese in difficoltà”.
Vi potrete prendere visione anche delle informazioni relative al microcredito, al quale potranno ugualmente accedere le aziende che stanno attraversando un periodo di temporanea difficoltà, comprese quelle artigiane, e al FIT. Quest’ultimo è il Fondo Rotativo per l’Innovazione Tecnologica, istituito con la Legge n. 46 del 17 febbraio 1982, per sostenere i programmi che riguardano le attività di sviluppo sperimentale, incluse quelle non preponderanti di ricerca industriale. Il fondo, con il quale si vogliono incentivare le attività di ricerca volte allo sviluppo tecnologico, prevede un finanziamento erogato nelle forme di credito agevolato, del contributo in conto interessi e del contributo nella spesa e si rivolge pure alle imprese artigiane, a quelle agro-industriali e produttrici di beni e servizi, nonché ai consorzi e alle società consortili.

Sul sito dell’Unione italiana delle Camere di Commercio vi è una sezione dedicata ai prestiti agevolati e di finanziamento con i bandi, e quelli relativi all’imprenditoria femminile. Interessante è anche il sito della Comunità Europea, sul quale invece è possibile trovare le informazioni relative ai finanziamenti proposti dall’Unione Europea e destinati sia alle aziende che ai privati autonomi.
Le agevolazioni finanziarie alle imprese vengono di solito erogate sotto forma di finanziamento a tasso agevolato oppure di contributo a fondo perduto. Vi sono diversi tipi di finanziamento, a seconda che si tratti di costituzione di nuove imprese, di imprenditoria giovanile o femminile, e allo stesso modo sono diverse anche le normative alle quali fare riferimento, che regolano il processo di finanziamento.

In ogni caso i prestiti alle imprese si caratterizzano per un tasso più basso rispetto a quello che viene praticato dalle banche e di solito possono includere anche un periodo di preammortamento, durante il quale si devono restituire soltanto gli interessi sul capitale ottenuto.
I cosiddetti finanziamenti a “fondo perduto”, invece, non prevedono alcuna restituzione del capitale né degli interessi relativi, e vengono calcolati sulla base delle spese che si ritengono ammissibili e secondo le condizioni riportate nel bando di riferimento.
Tra questi vi sono i prestiti d’onore in sostegno alle giovani imprese, ovvero quelle costituite da persone con età compresa tra i 18 e i 35 anni, al franchising e al lavoro autonomo, grazie ai quali si potrà accedere al 60% di capitale a fondo perduto, mentre nel restante 40% si usufruirà di tassi ridotti. I finanziamenti che si rivolgono all’imprenditoria femminile consistono invece in operazioni di risanamento e sostegno alle imprese da parte di enti, anche a livello europeo, mentre quelli indirizzati alla costituzione di una nuova impresa sono proprio studiati per la loro fase iniziale (start up) che comporta molteplici rischi.
 

5930025654_39f4a812f9.jpg


Condividi post

Repost 0

commenti

Nick MEDIAVERTIGO 11/10/2011 02:32


Buono a sapersi, è stimolante iniziare un'attività commerciale!


Laura 11/07/2011 09:29


Dici che ci finanziano se apriamo un blog nuovo di pacca su overblog? :D


lisanna 11/07/2011 09:35



non credo... perché vorranno conoscere i risultati in termini di guadagni prima di sborsare i soldi



Stefania 11/07/2011 08:55


Ottime info! Grazie!


Rosario 11/07/2011 08:26


quasi quasi mi apro un'azienda....:P