Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

  • : Tutto quello che vorresti sapere su....
  • Tutto quello che vorresti sapere su....
  • : Tutto quello che vorresti sapere sui viaggi, gli hotel, i luoghi d'Italia da scoprire, ma anche sull'arredamento, il giardino, l'e-commerce, i libri, le banche, i finanziamenti...
  • Contatti

Cerca Nel Blog

Lasciando la tua e-mail sarai avvisato della pubblicazione di nuovi articoli

9 gennaio 2012 1 09 /01 /gennaio /2012 08:56

Tra le obbligazioni più conosciute vi sono i titoli di Stato che prendono il nome di Bot e CCT Btp e fino a qualche tempo fa erano anche le più gettonate. Fanno parte degli investimenti a tasso di rischio più contenuto e sono le stesse banche a proporle ai propri clienti. I titoli obbligazionari non sono altro che cedole attraverso le quali la società emittente paga gli interessi a chi le possiede che, a sua volta, diviene creditore nei confronti di quella società.

Tra gli investimenti a tasso di rischio più contenuto, come gia detto, vi sono le obbligazioni.
Di sicuro molti di voi le conosceranno già, poiché solitamente è l’Istituto di credito a proporle come investimento ai propri clienti. Altro non sono che cedole con le quali una società paga gli interessi a chi investe, ossia al possessore di titoli obbligazionari.

Gli interessi possono essere fissi o variabili, e ciò dipende dalla tipologia di obbligazione sottoscritta - a tasso fisso o meno - e hanno una scadenza che varia tra i sei mesi o un anno.
Tra quelle più conosciute ad esempio vi sono i titoli di Stato, ossia i Bot e i CCT Btp che, almeno prima della crisi economica internazionale, erano anche le più gettonate. Tuttavia esistono anche le cosiddette obbligazioni societarie o “corporate bond”, emesse dalle società, e quelle sovranazionali o “sovereign”, messe in circolazione dagli Enti sovranazionali.

Ma non tutte le società possono emettere obbligazioni – ad esempio tale possibilità non è consentita alle società a responsabilità limitata (srl) – e allo stesso modo non tutte le obbligazioni sono legate alle cedole. Esistono infatti anche obbligazioni per le quali gli interessi vengono pagati al momento della scadenza del titolo e il capitale investito viene restituito all’investitore con l’aggiunta degli interessi maturati fino a quel momento.

I titoli obbligazionari possono essere sia di tipo nominativo che al portatore ed anche semplici o garantiti tramite garanzie ipotecarie sui beni della società emittente. Essi possono essere venduti o acquistati e chi le possiede diviene un creditore nei confronti di quella società. Cosa che non si verifica con le azioni che invece rappresentano una parte del capitale sociale di quella determinata società e chi le possiede ne diventa socio, assumendo pure una qualità giuridica.

Nelle obbligazioni saranno riportate oltre alla denominazione, all'oggetto e alla sede della società, il capitale sociale versato e quello al momento delle loro emissioni. Inoltre vi troverete anche indicato a quanto ammontano le obbligazioni emesse e il loro valore nominale, nonché il saggio di interesse e le garanzie e le modalità di rimborso. Difatti, il creditore sarà rimborsato del capitale dalla società che ha emesso le obbligazioni nell'arco di un periodo compreso tra i 2 e i 30 anni a decorrere dalla data di sottoscrizione.
Il reddito che ne deriva deve essere necessariamente pagato al creditore, cosa che invece non accade con le azioni dove esso dipende dall’eventuale presenza o meno degli utili che dovranno essere ripartiti tra i vari azionisti.


titoli_stato.jpg

Repost 0
Published by lisanna - in Investire
scrivi un commento
23 dicembre 2011 5 23 /12 /dicembre /2011 11:27

Per fare trading forex online  bisogna affidarsi ad un forex broker oppure ad una banca. Fermo restando che sul web sono presenti parecchie società di trading che operano in questo settore, bisognerà scegliere quella che offre i servizi migliori, registrarsi al proprio sito internet, aprire un account, fare il primo versamento e cominciare ad utilizzare il software che vi viene fornito per acquistare ed investire nel forex.

Siete interessati a fare trading forex online?

Come vi ho già anticipato in un post precedente, per operare nel forex bisogna affidarsi ad un cosiddetto forex broker oppure ad una banca.
Sul web troverete diversi siti internet dove poter reperire le informazioni che riguardano il mondo che gira intorno al forex e suggerimenti come procedere per investire in esso.

Si potrebbe cominciare impegnando piccole cifre e col tenersi aggiornati sulle vicende del mondo della finanza, poiché abbiamo visto che sono quest’ultime che influenzano il valore delle valute.Tenendo presente che non si possono prevedere le tendenze di tutti i mercati, l’abilità di chi opera  nel forex sta appunto nel saper prevedere quando il valore di una certa valuta sia in ascesa oppure in caduta.
Questo ci consentirà di guadagnare sfruttando le oscillazioni dei prezzi delle valute che si prendono in considerazione. Pertanto acquisteremo una moneta nel momento in cui ha poco valore, per rivenderla quando varrà di più.

Attenzione però a farlo sempre in maniera oculata e ragionevole.

Per essere guidati nei vostri investimenti, sarebbe opportuno affidarsi ad un broker. Sul web trovate parecchi intermediari che propongono servizi molto simili tra loro. Pertanto bisognerà valutare quali siano quelli con una migliore reputazione, in grado di assistervi con professionalità e competenza.

Come vi dicevo on line vi sono diverse società di trading che operano nel forex e, dopo esservi registrati sul loro sito ufficiale, potrete fare il vostro primo versamento, aprire un conto sul forex e cominciare a fare trading. Vi verrà anche fornito un software che vi consentirà di acquistare ed investire nel forex.
E’ necessario esaminare tutte le sezioni del sito in questione e prendere confidenza con le varie funzioni qui presenti, e allo stesso modo bisognerà essere capaci di leggere ed interpretare i grafici e gli strumenti che ci consentono di operare e fare trading attraverso il proprio account che si è provveduto ad aprire presso il servizio broker che si è scelto.

Di solito, per testare le strategie del forex, vengono forniti degli account demo con dollari prova. Conviene aprire un account reale solo quando avrete fatto dei test e iniziando ad investire piccole cifre. Naturalmente bisogna possedere la Paypal oppure la Postepay, ma è possibile fare i versamenti anche attraverso bonifici bancari o postali.

 


5929579731_b77775a33c.jpg

 

Repost 0
Published by lisanna - in Investire
scrivi un commento
21 dicembre 2011 3 21 /12 /dicembre /2011 13:06

In tempi di crisi finanziaria, i risparmiatori vanno alla ricerca di investimenti alternativi. Una buona idea possono essere le valute estere e le loro oscillazioni sui mercati.
Ecco perché sempre di più sul mondo del web si sente parlare di Forex, ovvero di transazioni e commercio di valute estere. Vediamo di seguito in cosa consiste e come procedere per il trading forex online.

Il Forex Exchange Market è  un mercato che si basa sullo scambio di valute estere e da sempre si è rilevato un ottimo investimento, soprattutto per coloro che riescono a tenersi informati sulle notizie che giungono dall'economia mondiale e sono in grado di prevederne l’evoluzione. Difatti l’andamento della valuta dipende proprio da quello dell’economia mondiale.

Prima di tutto occorre sapere che il Forex fa parte dei mercati OCT, ossia Over the Counter, e pertanto, proprio per questo non ha una sede fisica ma opera online. Nei cosiddetti Mercati Over the Counter le transazioni possono avvenire per telefono, via telematica e tramite il fax e sulla base di conversazioni di tipo informale tra domanda ed offerta, anche se la via privilegiata resta quella di internet. Infatti il Forex sta dimostrando di essere uno dei mercati più promettenti presenti sul web. Pensate che si è giunti a stimare on line un giro d’affari che in media al giorno supera i 3 miliardi di dollari americani.
Tuttavia gli scambi di questo tipo rimangono di natura perlopiù speculativa poiché lo scopo principale di questo commercio è proprio quello di riuscire a guadagnare sfruttando le oscillazioni che possono avere i prezzi delle valute. Queste cambiano di continuo e non dipendono dall’andamento delle Borse.
L’abilità di chi commercia nel Forex sta proprio nel fatto di prevedere quando il valore di una valuta sia in ascesa o in caduta. In questo modo si potrà acquistare una moneta quando ha poco valore e  rivenderla ad un prezzo maggiore di quanto si è acquistata. Si scambiano infatti euro con dollari, oppure dollari con sterline e via dicendo, lucrando sulle oscillazioni dei relativi tassi di cambio. In parole povere si tenta di speculare sulla prospettiva di un rafforzamento di una delle due monete.

 Ma chi sono coloro che operano nel Forex?

Le controparti che entrano in gioco in questo tipo di commercio sono costituite da banche, istituti finanziari, speculatori vari ecc che stabiliscono autonomamente i termini del contratto di scambio.
Tenete presente, che questo mercato non è regolamentato da norme e le modalità di contrattazione, come già vi ho anticipato, non seguono quindi procedure standard. Inoltre le trattative che lo riguardano avvengono al di fuori delle borse ufficiali.
Tuttavia, con un po’ di esperienza ed apprendendo i concetti fondamentali sui quali si basa il forex, non è detto che non si possa diventare in poco tempo degli abili investitori.
Comincerò col dirvi che è necessario appoggiarsi ad una società di trading nel forex online e ad un forex broker, oppure ad una banca.

Ma di tutto questo ne parleremo in un prossimo post....


2260979055_d87524a3c4.jpg

 

 

 

 

Repost 0
Published by lisanna - in Investire
scrivi un commento